• Filippo Maria Battaglia

Salgari e l’inizio di un’avventura

Li ho ritrovati stamattina, nella casa dei miei genitori: sono in gran parte stropicciati, e perlopiù con le copertine ingiallite dal sole. In ogni frontespizio c’è la data di lettura (tutte, tra il febbraio del 1996 e il novembre del 1997); nell’ultima pagina, a matita, sono trascritte a stampatello le parole che non conoscevo. Salgari ha studiato per diventare capitano di lungo corso, e ha fallito: non è mai stato nel Borneo né nel Sahara, non ha mai navigato verso l’emisfero australe (e, se per questo, credo non si sia mai spinto mai oltre Brindisi); il suo cosmo non è mai esistito, il suo bestiario è a tratti irrealistico, ma non mi ha mai importato.  


Avevo dodici anni. Per me è stata la scoperta di un mondo e, insieme, di un’avventura: che non è stata l’India, ma la lettura.






15 visualizzazioni
  • Twitter Clean
  • Flickr Clean
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale