• Filippo Maria Battaglia

Kibbutz, storia di un’utopia

Aggiornato il: nov 1


Questo libro è una storia di un’utopia, una delle più ostinate utopie del Novecento. È un’utopia semplice e ardita: riguarda una generazione di ebrei ventenni, perlopiù russi, nati agli inizi del secolo scorso, che decide di lasciare i ghetti per migrare nella Palestina sotto mandato britannico. Questi ventenni non cercano una casa, inseguono piuttosto un sogno di rinascita, la fondazione di un nuovo mondo basato sugli ideali di giustizia e di socialismo. 

L’utopia del kibbutz, la comunità israeliana nata su base volontaria e imperniata sul concetto di proprietà collettiva, nasce da qui. Ed è attorno a questa utopia che Assaf Inbaar ha imbastito un romanzo, “Verso casa”, ora portato in Italia da Giuntina per le cure di Shulim Vogelmann e Rosanella Volponi.


Se volete saperne di più sul sito di Sky TG24 trovate la recensione.



1 visualizzazione
  • Twitter Clean
  • Flickr Clean
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale