• Filippo Maria Battaglia

Elisabetta nei fogli del suo mentore

Aggiornato il: set 16



Il 10 settembre 1898 l’imperatrice d’Austria Elisabetta di Baviera (Sissi) viene assassinata dall’anarchico Luigi Lucheni. Sissi è già una leggenda e quella tragica morte non farà che aumentarne l’aura mitica.

Sulla sua bellezza e sulla sua ascesa all’impero è stato scritto di tutto: è stata la principessa romantica nei film di Ernst Marischka, la madre dilaniata dalla morte del figlio nella pellicola con Eva Gardner e Omar Sharif, l’eroina titanica e aggraziata descritta con ardore da Fontane, Kraus e D’Annunzio, il personaggio storico ridotto a favola illustrata e a cartone animato. 

Anche per questo la storiografia ha avuto un compito arduo, dovendo rimuovere le varie incrostazioni legate ad un’immagine idealizzata quasi mai rispondente al vero. Molto tempo fa Adelphi ha portato in libreria “Elisabetta d’Austria nei fogli di diario di Constantin Christomanos”.

Christomanos proveniva da una buona famiglia ateniese. A fine Ottocento si era trasferito a Vienna insieme al fratello per studiarvi filosofia. Nel 1891, due anni dopo il suicidio del figlio Rodolfo, l’imperatrice lo aveva scelto come lettore ed insegnante di greco. La vita di un diligente e ingobbito studioso si era così trasformata in modo irreversibile e i suoi fogli di diario, insieme al ritratto della regina, lasciarono il segno di una suggestione trasformatasi ben presto in un vero e proprio culto della bellezza imperiale. 

Nelle sue pagine molto spazio è dedicato al vaneggiamento di un innamorato, ma ciò non toglie al libro il respiro intimistico del “visto da vicino”.

Christomanos è certamente soggiogato dal fascino imperiale di Elisabetta e dal suo contegno. Ma la descrizione del rapporto algido con l’imperatore Francesco Giuseppe, e soprattutto della vita privata della regina, se presa al netto delle frasi di circostanza, è molto più realistica di tanti feuilleton. E, diversamente dalla patina mitologica affibbiatale da certi scrittori, ci restituisce una donna individualista, debole e minata da lutti e insicurezze.

In questo video qualche aneddoto.




11 visualizzazioni
  • Twitter Clean
  • Flickr Clean
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale